• OFF11 - Edizione 2019 Dal 13 al 20 Luglio


COSTANZA QUATRIGLIO

Presidente

È regista, sceneggiatrice e, da gennaio 2019, direttrice artistica della Sede Sicilia del Centro Sperimentale di Cinematografia dedicata al cinema documentario. Esordisce con L’isola, presentato al 56° Festival di Cannes alla Quinzaine des Réalisateurs nel 2003, vincitore di numerosi premi nei più importanti festival del mondo (tra cui il premio Cicae, il premio Fipresci e il Nastro d’Argento per le musiche di Paolo Fresu) e distribuito con successo nelle sale cinematografiche in Francia e in America Latina. Nello stesso anno, alla 60° Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia porta Racconti per L’isola, making della preparazione degli attori non professionisti per il film L’isola. L’amore per il cinema del reale è chiaro fin dai suoi film precedenti (tra questi Ècosaimale?, premiato al Festival di Torino nel 2000, e L’insonnia di Devi del 2001, trasmesso da Tele + ). Tra i suoi documentari premiati nei maggiori festival internazionali: Il mondo addosso (Festa del Cinema di Roma, 2006), Il mio cuore umano (Evento Speciale al Festival di Locarno, 2009) e Terramatta; (Giornate degli Autori, Mostra di Venezia, 2012) che ha ricevuto il Nastro d’Argento per il miglior documentario 2013 dal Sngci (Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani) ed è stato nominato “Film della critica” dal Sncci (Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani). Nel 2013 torna a mescolare realtà e finzione in Con il fiato sospeso, mediometraggio di 35’ con Alba Rohrwacher, presentato in selezione ufficiale Fuori Concorso alla 70a Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia, dove vince il Premio Gillo Pontecorvo e il Premio Speciale ai Nastri d’Argento per la sperimentazione formale e la commistione dei generi. Nel 2014 con Triangle vince il Premio Cipputi al 32° Torino Film Festival e, per la seconda volta, si aggiudica il Nastro d’Argento per il miglior documentario 2015. Nel 2015 realizza 87 ore, documentario in cui vi è una sperimentazione radicale nell’utilizzo delle videocamere di sorveglianza, con il quale ottiene ancora una volta un Premio Speciale ai Nastri d’Argento 2016. Nel 2018 riceve il premio Visioni Dal Mondo e il premio Amnesty International e al 71° Festival di Locarno presenta il film Sembra mio figlio, vincitore del Ciak D’Oro 2019 ‘Bello e invisibile’ attribuito da una giuria di critici e giornalisti cinematografici e il Nastro d’Argento della legalità.